Primo Rinascimento

Autori vari, Primo Rinascimento in S. Croce, con letture di: Cennini, Dominici, Ghiberti, Antonio di Tuccio Manetti, Alberti, pp. 136 + 99 ill. Euro 12,00.

All’opera di Arnolfo, di Giotto e dei suoi discepoli, illustri per aver dato a Santa Croce le strutture architettoniche e pittoriche esenziali, seguì sulla fine del ‘300 e poi per tutto il ‘400 il lavoro di altri uomini, non meno famosi, che con lo splendore dell’arte vetraria, con la scultura, con l’architettura, con terracotte maiolicate e anche con pitture, completarono quell’opera e ne crearono di nuove, lasciando segno non piccolo di quell’arte rinnovata che prese il nome di Primo Rinascimento.
Questo periodo non fu un nudo ritorno all’antichità classica, ma un ritorno condizionato da una ormai inseparabile ispirazione religiosa e cristiana ancora ben profonda negli uomini del Quattrocento. Ciò sembrano suggerire soprattutto alcune letture dell’epoca che insieme ai testi di esimi studiosi moderni ricreano in questo volume il clima di anni tra i più creativi per l’arte italiana.

Indice del volume:
Luciano Berti, Sculture del Quattrocento | Luisa Becherucci, I tre capolavori di Donatello | Giuseppe Marchini, Le vetrate | Renzo Chiarelli, Architetture del Brunelleschi e di Michelozzo | Emma Micheletti, Pitture pervenute e non pervenute | Cennino Cennini, Dal “Libro dell’Arte” | Giovanni Dominici, Dal “Governo di cura familiare” | Lorenzo Ghiberti, Dai Commentari | Antonio di Tuccio Manetti (?), Vita di Filippo di Ser Brunellesco | Leon Battista Alberti, Dalle Opere.