Lettura critica di San Bonaventura

Autori vari, Lettura critica di San Bonaventura, pp. 184 – Euro 12,00.

San Bonaventura è più vicino a noi di quanto noi non lo siamo a noi stessi. Egli, come e più di noi, ha chiaro il senso del limite. Pe questo motivo colloca le cose e gli uomini e le stesse scienze particolari nel loro giusto posto, offrendo quella visione unitaria e completa dell’esistenza che l’uomo a suo danno ha da tempo smarrita. Ripercorrere l’itinerario del pensiero bonaventuriano è un riscoprire se stessi nel proprio abisso di miseria e nello splendore della destinazione ultima, in Dio. Quel Dio che – secondo Bonaventura – dà senso a tutte le cose; le quali cose, senza di lui, non hanno alcun senso.

Indice del volume:
M. G. Rosito, Intenzione | Antonio Blasucci, Un messaggio di spiritualità | Betocchi – Fallacara – Lisi, Da San Francesco a San Bonaventura | Alfonso Pompei, La centralità di Cristo | Cesare Vasoli, Per una teologia della storia | Gianfranco Morra, Scienze umane e scienza divina | Orlando Todisco, Lettura epistemologica di San Bonaventura | Egidio Magrini, Ateismo contemporaneo e scienza di Dio | Vasco Ristori, Libertà, alienazione, liberazione.